Salice da ceste
Foto di Salice da ceste
Le foglie sono oblanceolate con apice acuto e margine dentato-ghiandoloso.

<p>L'arbusto lungo la sponda di un torrente.</p> <p>Le foglie sono portate da un breve picciolo. All'inserzione col fusto vi sono delle vistose <a href=glos_bot.php?v=stipola>stipole</a> <a href=glos_bot.php?v=reniforme>reniformi</a>.</p> <p>La pagina inferiore è <a href=glos_bot.php?v=glauco>glauca</a>, <a href=glos_bot.php?v=glabro>glabra</a> ed opaca.</p> <p>Alla sommità del picciolo sono presenti 2-3 ghiandole nettarifere.</p> <p><a href=glos_bot.php?v=amento>Amento</a> maschile in fioritura.</p> <p>Particolare dei fiori maschili con 3 <a href=glos_bot.php?v=stame>stami</a>. </p> <p>Le <a href=glos_bot.php?v=gemma>gemme</a>.</p>
Specie: Salix triandra L. subsp. triandra
Nome volgare: Salice da ceste
Divisione: SPERMATOFITE
Sottodivisione: Angiosperme
Famiglia:SALICACEAE
Habitat: sponde, incolti umidi
Fioritura: da Marzo a Aprile
Forma: Fanerofita cespugliosa
(Fanerofita arborea)
Durata/Portamento: arbusto
(albero)
(perenne)
Colore del fiore: verde
Origine: autoctona
Protezione: Nessuna

Si tratta di una pianta a portamento arbustivo o di piccolo albero dell'altezza di 1-5 m (raramente di più) che cresce nei luoghi umidi e lungo le sponde di corsi d'acqua.

I fusti hanno corteccia liscia che si stacca a placche irregolari negli individui adulti. I rami giovani sono verdastri o arrossati.

Le foglie sono alterne, oblanceolate (lunghe fino a 15 cm) con apice acuto e margine dentato-ghiandoloso. Sono portate da un breve picciolo alla cui sommità sono presenti 2-3 ghiandole nettarifere, mentre all'inserzione col fusto vi sono delle vistose stipole reniformi. La pagina superiore è verde scura, glabra e lucida, quella inferiore è glauca, glabra ed opaca.

Le infiorescenze ad amento sono erette e spuntano poco prima delle foglie. Trattandosi di una pianta dioica, i due sessi crescono su piante separate: gli amenti femminili sono densi e lunghi 4-5 cm, composti da piccolissimi fiori con 2 stimmi portati su uno stilo cortissimo; gli amenti maschili sono lunghi 5-8 cm con fiori a 3 stami con filamenti liberi e pelosi alla base.

Le infruttescenze sono composte da capsule verdastre, coniche e glabre che rilasciano semi piumosi.

Particolarità:

  • Il nome del genere Salix sembra derivi dal celtico "sal lis" = presso l'acqua, con riferimento all'habitat di queste piante.
    Il nome della specie triandra deriva dal greco "tréis" = tre e "anér, andrós" = maschio, con riferimento ai tre stami dei fiori maschili.
  • Se capitozzati, queste piante forniscono rami annuali che tagliati in primavera o inverno, sono impiegati per lavori artigianali d'intreccio. Essi hanno avuto in passato un vastissimo utilizzo nella costruzione di ceste e sedie.

Ultimo aggiornamento:
25/8/2018
Opzioni

Leggi le caratteristiche della famiglia delle SALICACEAE

Elenca altre specie della stessa famiglia:
Elenca altre specie che fioriscono tra Marzo e Aprile:

Cerca la specie su GBIF.