Nespolo del Giappone
Foto di Nespolo  del Giappone
L'alberello sempreverde ha una chioma espansa e scura.

<p>Fiori e foglie visti più da vicino.</p> <p>L'<a href=glos_bot.php?v=infiorescenza>infiorescenza</a> a <a href=glos_bot.php?v=pannocchia>pannocchia</a> ha forma piramidale.</p> <p>La pagina inferiore della foglia è più chiara per la presenza di un fitto <a href=glos_bot.php?v=tomentoso>tomento</a>.</p> <p>I fiori biancastri sono delicatamente profumati e ricoperti da una sottile peluria. Pur avendo una fioritura autunno-invernale, essi sono ambiti soprattutto dalle api che approfittano dell'ultimo nettare disponibile.</p> <p>Le nespole sono <a href=glos_bot.php?v=pomo>pomi</a> ellittici simili alle albicocche di colore variabile tra il giallo pallido e l'arancio.</p> <p>Una giovane piantina ai margini di un bosco.</p>
Specie: Rhaphiolepis bibas (Lour.) Galasso & Banfi
=Eriobotrya japonica (Thunb.) Lindl.
Nome volgare: Nespolo del Giappone
Divisione: SPERMATOFITE
Sottodivisione: Angiosperme
Famiglia:ROSACEAE
Habitat: incolti
Fioritura: da Ottobre a Febbraio
Forma: Fanerofita arborea
(Fanerofita cespugliosa)
Durata/Portamento: albero
(arbusto)
(perenne)
Colore del fiore: bianco
Origine: esotica
Protezione: Nessuna

Si tratta di un alberello sempreverde che può raggiungere gli 8 m di altezza. Contrariamente al nome volgare "Nespolo del Giappone", non si tratta di una pianta originaria del Giappone ma della Cina orientale. Furono però i giapponesi a coltivarla e a diffonderla nell'intero pianeta e per questo motivo si è aggiudicata tale nome. Fu introdotta in Europa, nel bacino del Mediterraneo, alla fine del Settecento come pianta ornamentale e solo successivamente venne coltivata per i suoi frutti commestibili in tutte le regioni meridionali a clima mite. Nel Parco si trovano diversi individui inselvatichiti soprattutto nei pressi degli abitati rurali, ma capita di incontrare piccole piante avventizie ai margini dei boschi.

Il fusto è breve e sinuoso con ramificazioni orizzontali che formano una chioma espansa, ombrelliforme, densa e scura. La corteccia è di colore bruno-nerastro nei vecchi esemplari, più chiara in quelli giovani e si sfalda in placche.

Le foglie sono coriacee, provviste di un breve picciolo, con lamina lanceolata, lunga fino a 30 cm, con nervature evidenti e margine seghettato. La pagina superiore e scura, quella inferiore è più chiara per la presenza di un fitto tomento.

L'infiorescenza a pannocchia ha forma piramidale ed è composta da fiori biancastri delicatamente profumatii e ricoperti da una sottile peluria. La corolla, del diametro di 12-18 mm, è formata da 5 petali ed al suo interno sono ben visibili 5 stili e numerosi stami.

I frutti, detti nespole, sono pomi ellittici simili alle albicocche di colore variabile tra il giallo pallido e l'arancio, contenenti solitamente 3-4 grossi semi.

Particolarità:

  • Il nome del genere Rhaphiolepis viene dal greco e significa "con squame sottili come aghi"
  • E' una specie coltivata a scopo ornamentale in orti e giardini oppure per il frutto commestibile. Cresce con estrema facilità e si può tenere anche in vaso su balconi e terrazzi.
    Da non confondere con Mespilus germanica che cresce spontaneo nei boschi e negli incolti.
  • Le nespole sono tipicamente dolci e immediatamente commestibili, a differenza di quelle di Mespilus germanica che devono prima passare attraverso un periodo di ammezzimento. Con questi frutti si può produrre marmellata, mentre i semi sono usati per fare liquori.
  • Questa pianta è considerata officinale per le numerose sostanze attive che contiene (amigdalina, acido ascorbico, beta carotene, acido citrico e acido caffeico, cyanidina, flavonoidi, glucosidi...). Si utilizza nei trattamenti per le malattie della pelle, contro le infiammazioni, la tosse e il catarro, per contrastare mal di stomaco e nausea. Sono in corso studi e ricerche per valutare gli effetti antitumorali dell’acido triterpenico, contenuto nelle foglie.
    Estratti da foglie e frutti sono comunemente usati nei cosmetici come tonificanti della pelle.
    Attenzione: le indicazioni farmaceutiche hanno solo scopo informativo; qualunque applicazione e assunzione deve essere prescritta e seguita dal medico.

Ultimo aggiornamento:
19/10/2020
Opzioni

Leggi le caratteristiche della famiglia delle ROSACEAE

Elenca altre specie della stessa famiglia:
Elenca altre specie che fioriscono tra Ottobre e Febbraio:

Cerca la specie su GBIF.