Sorbo montano
Foto di Sorbo montano
Le foglie sono piuttosto coriacee ed hanno un breve picciolo tomentoso.

<p>Le foglie hanno <a href=glos_bot.php?v=lamina>lamina</a> ovato-ellittica con margine irregolarmente seghettato. La pagina superiore è lucida, di color verde-scuro, quella inferiore è bianco-argentea.</p> <p>Rametto in inverno e particolare della gemma.</p> <p>La corteccia è grigia solcata longitudinalmente.</p> <p>I frutti sono piccoli <a href=glos_bot.php?v=pomo>pomi</a> tondeggianti, di color rosso-aranciato, riuniti in gruppetti su lunghi <a href=glos_bot.php?v=peduncolo>peduncoli</a>. Maturano in ottobre.</p> <p>I frutti... in particolare.</p>
Specie: Sorbus aria (L.) Crantz
Nome volgare: Sorbo montano
Divisione: SPERMATOFITE
Sottodivisione: Angiosperme
Famiglia:ROSACEAE
Habitat: boschi termofili
Fioritura: da Maggio a Giugno
Forma: Fanerofita cespugliosa
(Fanerofita arborea)
Durata/Portamento: arbusto
(albero)
(perenne)
Colore del fiore: bianco
Origine: autoctona
Protezione: Nessuna

Il Sorbo montano è un albero a foglie caduche alto 5-15 m presente con pochi esemplari nei boschi asciutti e luminosi del Parco.

Il tronco presenta una corteccia grigia solcata longitudinalmente e una chioma ampia, regolare, ovata. I rami giovani sono inizialmente pubescenti, poi diventano glabri di color bruno-rossiccio.

Le foglie sono alterne, con breve picciolo ricoperto di tomento bianco. La lamina è abbastanza coriacea, di forma ovato-ellittica, lunga 6-8 cm, con margine irregolarmente seghettato. La pagina superiore è lucida, di color verde-scuro, quella inferiore è bianco-argentea. Le foglie giovani sono erette, di color verde chiaro-argenteo e viste da lontano, sembrano infiorescenze a candelabro.

I fiori, del diametro di 10-16 mm, sono graziosi come piccole rose miniaturizzate e sono riuniti in corimbi terminali eretti. La corolla è bianca, formata da 5 petali tondeggianti inseriti su un ricettacolo bianco-tomentoso. Grazie al loro gradevole profumo e al nettare abbondante, sono visitati da numerosi insetti.

I frutti sono piccoli pomi tondeggianti, di color rosso-aranciato, riuniti in gruppetti su lunghi peduncoli. Maturano in ottobre.

Particolarità:

  • Il nome del genere Sorbus deriva da due parole celtiche che significano aspro e pomo, con riferimento al sapore acidulo dei frutti.
    Il nome della specie aria è stato assegnato da Linneo per indicare la presunta provenienza della pianta da un'antica "regione ariana", occupata dagli Arii, nell'Asia occidentale (oggi Iran).
  • I frutti sono commestibili e, nel passato, venivano cotti nel pane o utilizzati per fare conserve; quelli caduti a terra si davano ai maiali.

Ultimo aggiornamento:
25/8/2018
Opzioni

Leggi le caratteristiche della famiglia delle ROSACEAE

Elenca altre specie della stessa famiglia:
Elenca altre specie che fioriscono tra Maggio e Giugno:

Cerca la specie su GBIF.