Millefoglio comune
Foto di Millefoglio comune
L'infiorescenza è formata da numerosi capolini bianchi.

<p>L'<a href=glos_bot.php?v=infiorescenza>infiorescenza</a> è formata da numerosi <a href=glos_bot.php?v=capolino>capolini</a> bianchi.</p> <p>I <a href=glos_bot.php?v=capolino>capolini</a> sono composto da fiori <a href=glos_bot.php?v=ligulato>ligulati</a> periferici e fiori <a href=glos_bot.php?v=tuboloso>tubolosi</a> centrali.</p> <p>L'<a href=glos_bot.php?v=involucro>involucro</a> è ovoide, composto da squame pelose.</p> <p>Le foglie sono <a href=glos_bot.php?v=tomentoso>tomentose</a>, suddivise in segmenti sottilissimi, ravvicinati e densi.</p> <p>Il fusto è ereto e peloso.</p> <p>Un gruppo di piante ai margini di un sentiero.</p> <p>Un bel gruppo in un prato.</p>
Specie: Achillea collina (Becker ex Wirtg.) Heimerl
Nome volgare: Millefoglio comune
Divisione: SPERMATOFITE
Sottodivisione: Angiosperme
Famiglia:ASTERACEAE (COMPOSITAE)
Habitat: prati aridi, margini vie
Fioritura: da Giugno a Novembre
Forma: Emicriptofita scaposa
Durata/Portamento: perenne
Colore del fiore: bianco
Origine: autoctona
Protezione: Nessuna

Pianta erbacea aromatica, alta 30-60 cm, molto simile ad Achillea millefolium dalla quale si differenzia sostanzialemente per la maggior pelosità, per le foglie più strette e i capolini più piccoli. E' comune nel Parco e la si trova facilmente nei prati aridi e soprattutto ai margini dei sentieri.

E' provvista di rizoma allungato e strisciante con fusti eretti e pelosi.

Le foglie sono tutte suddivise in segmenti sottilissimi, ravvicinati e densi ed hanno contorno lanceolato; le basali sono larghe fino a 2 cm e lunghe 8-13 cm, quelle cauline sono larghe 1 cm e lunghe fino a 5 cm.

L'infiorescenza a corimbo è formata da numerosi capolini bianchi di 4-8 mm, ciascuno dei quali è composto da fiori ligulati periferici e fiori tubolosi centrali. L'involucro è ovoide, composto da squame pelose.

I frutti sono acheni appiattiti senza pappo.

Particolarità:

  • Il nome del genere Achillea deriva da una mitica leggenda: Achille l'avrebbe usata per curarsi le ferite infertegli durante l'assedio di Troia. Fin dall'antichità infatti, venne frequentemente utilizzata, sotto forma di unguento, per la disinfezione e la cicatrizzazione delle ferite da combattimento.
    Il nome della specie collina in latino significa collinare.
  • Per le altre particolarità vedi Achillea millefolium.

Ultimo aggiornamento:
10/10/2020
Opzioni

Leggi le caratteristiche della famiglia delle ASTERACEAE

Elenca altre specie della famiglia ASTERACEAE:
Elenca altre specie che fioriscono tra Giugno e Novembre:

Cerca la specie su GBIF.