Vilucchio bianco
Foto di Vilucchio bianco
Il Vilucchio è una pianta graziosa ma non gradita per la sua invadenza.

<p>I fiori sono bianchi e campanulati, isolati all'<a href=glos_bot.php?v=ascella>ascella</a> delle foglie mediane su lunghi <a href=glos_bot.php?v=peduncolo>peduncoli</a>.</p> <p>Il <a href=glos_bot.php?v=calice>calice</a> è parzialmente coperto da due <a href=glos_bot.php?v=brattea>brattee</a> ed è spesso screziato di rosso.</p> <p>Il fiore in versione "ravvicinata".<br />Nell'immagine si evince il caratteristico <a href=glos_bot.php?v=calice>calice</a> parzialmente avvolto dalle <a href=glos_bot.php?v=brattea>brattee</a> che distingue questa <a href=glos_bot.php?v=specie>specie</a> da <a href=scheda.php?id=757><em>Calystegia sylvatica</em></a>.</p> <p>Le foglie sono <a href=glos_bot.php?v=sagittata>sagittate</a>, ondulate sul bordo, con un'insenatura basale profonda.</p> <p>Il frutto è una <a href=glos_bot.php?v=capsula>capsula</a> globosa.</p> <p>La <a href=glos_bot.php?v=capsula>capsula</a> contiene 2÷4 semi tondi e neri.</p>
Specie: Convolvulus sepium L.
=Calystegia sepium (L.) R. Br. subsp. sepium
Nome volgare: Vilucchio bianco
Divisione: SPERMATOFITE
Sottodivisione: Angiosperme
Famiglia:CONVOLVULACEAE
Habitat: cespuglieti
Fioritura: da Maggio a Ottobre
Forma: Emicriptofita scandente
Durata/Portamento: perenne
Colore del fiore: bianco
Origine: autoctona
Protezione: Nessuna

E’ una pianta erbacea alta 30-120 cm infestante delle colture, dei cereali, dei vigneti e degli incolti.

Il fusto volubile serpeggia fra le siepi, corre ai margini dei campi, si arrampica sui tronchi e sui pali.

Ha foglie sagittate, ondulate sul bordo, con un'insenatura basale profonda.

I fiori bianchi, campanulati e grandi (diam. 4 cm) crescono isolati all'ascella delle foglie mediane su lunghi peduncoli. Il calice è parzialmente coperto da due brattee ed è spesso screziato di rosso. Le brattee che non rivestono completamente il calice è il carattere che distingue questa specie da Convolvulus silvaticus.

Il frutto è una capsula globosa contenente 2÷4 semi tondi e neri.

Particolarità:

  • Il nome del genere Convolvulus deriva dal latino "convólvo" = io avvolgo, riferito al portamento della pianta.
    Il nome della specie sepium sottolinea la sua preferenza per le siepi.
  • In Brianza i contadini non gradiscono questa pianta che chiamano "rigaroela" perchè avvolge e soffoca coi suoi rami volubili le coltivazioni. Infatti, per indicare una ragazza invadente e molesta, i nostri vecchi dicono: "L’è pesc de la rigaroela!".
  • Il Vilucchio era anche chiamato "didaa de la Madona" per la sua conformazione ad imbuto. Questo simbolo fece nascere una leggenda brianzola secondo la quale Maria potè aggiustare la veste strappata di Giuseppe grazie ad uno di questi fiori che lei usò come ditale.
  • Come accade per altre Convolvulaceae, i fiori si chiudono quando piove o il cielo è coperto, ma spesso restano aperti di notte, quando possono giovarsi della frequentazione di grandi falene ed altri insetti notturni. In particolare il fiore attrae una farfalla, la Sfinge del Convolvolo (Agrius convolvuli) dalla lunga proboscide (spirotromba), adatta a succhiare il nettare secreto alla base del fiore, che così viene impollinato.
  • Ha diverse proprietà medicinali: è colagoga, purgante, lenitiva, febbrifuga, diuretica.
    Attenzione: le indicazioni farmaceutiche hanno solo scopo informativo; qualunque applicazione e assunzione deve essere prescritta e seguita dal medico.
Ultimo aggiornamento:
26/2/2018
Opzioni

Leggi le caratteristiche della famiglia delle CONVOLVULACEAE

Elenca altre specie della stessa famiglia:
Elenca altre specie che fioriscono tra Maggio e Ottobre:

Cerca la specie su GBIF.