Felce femmina
Foto di Felce femmina
Le fronde sono lanceolate.

<p>Aspetto della fronda.</p> <p>Le <a href=glos_bot.php?v=pinnula>pinnule</a> sono <a href=glos_bot.php?v=sessile>sessili</a>, lanceolate, con margine dentato o lobato e appuntite all'apice. </p> <p>I <a href=glos_bot.php?v=sori>sori</a> sono disposti in due serie presso la <a href=glos_bot.php?v=nervatura>nervatura</a> centrale, hanno forma allungata, arcuata o <a href=glos_bot.php?v=reniforme>reniforme</a>, con <a href=glos_bot.php?v=indusio>indusio</a> sviluppato e orlo sfrangiato.</p>
Specie: Athyrium filix-femina (L.) Roth
Nome volgare: Felce femmina
Divisione: PTERIDOFITE
Famiglia:ATHYRIACEAE (WOODSIACEAE)
Habitat: boschi umidi
Sporificazione: da Luglio a Settembre
Forma: Emicriptofita rosulata
Durata/Portamento: perenne
Colore del fiore: specie priva di fiori
Origine: autoctona
Protezione: Nessuna

E' una felce alta fino a 1 m con un rizoma verticale, corto e grosso.

Le fronde sono riunite in cespi, hanno forma lanceolata 2 volte pennata con un picciolo a scaglie scure e rachide giallastro o rossastro, scanalato. Le pinne sono alterne e lanceolate, le pinnule sono sessili, lanceolate, con margine dentato o lobato e appuntite all'apice.

I sori sono disposti in due serie presso la nervatura centrale, hanno forma allungata, arcuata o reniforme, con indusio sviluppato e orlo sfrangiato.

Particolarità:

  • Le Felci non fanno fiori e pertanto non producono semi.
    La riproduzione avviene tramite le spore, con un sistema piuttosto complesso, diviso in due fasi, che viene chiamato "alternanza di generazioni". In alcune specie la riproduzione avviene anche per via vegetativa.
    Nella pagina inferiore delle fronde si sviluppano delle particolari strutture subrotonde, dette sori, che contengono gli sporangi. Questi sono piccole cavità, appena visibili ad occhio nudo, entro le quali si trovano le spore. A seconda della specie, i sori possono essere ricoperti o meno da una membrana detta indusio. A maturità raggiunta, gli sporangi si aprono e lasciano cadere a terra le spore che, se trovano un terreno sufficientemente umido, germinano dando vita ad una piccolissima struttura laminare verde e appiattita, detta protallo o gametofito. Sul protallo si forma un numero variabile di organi maschili (anteridi) e femminili (archegoni) che contengono rispettivamente spermatozoidi e ovocellule. In presenza di un velo d'acqua raccolta sulla parte ventrale del protallo, gli spermatozoidi raggiungono l'organo femminile e lo fecondano. Questa è la prima fase riproduttiva delle felci.
    A fecondazione avvenuta, inizia lo sviluppo dell'embrione e la formazione di una nuova felce, detta sporofito, che è provvista di radici, fusto, fronde e che produrrà nuovamente le spore. Il protallo, esaurita la sua funzione, degenera e muore. Si conclude così la seconda fase riproduttiva.
  • A questa felce sono riconosciute proprietà vermifughe e astringenti. Estratti dalle fronde sono indicati come calmanti nei reumatismi, lombaggini e sciatalgie. Vengono inoltre impiegati dei preparati contro la psoriasi e la calvizie.
    Attenzione: le indicazioni farmaceutiche hanno solo scopo informativo; qualunque applicazione e assunzione deve essere prescritta e seguita dal medico.
  • Un tempo si credeva erroneamente che Athyrium filix-foemina e Dryopteris filix-mas fossero rispettivamente la femmina e il maschio di una stessa specie; di qui il loro nome.
  • La Felce Femmina è coltivata in numerose varietà come pianta ornamentale.

Ultimo aggiornamento:
7/10/2020
Opzioni

Elenca altre specie della famiglia ATHYRIACEAE:
Elenca altre specie che sporificano tra Luglio e Settembre:

Cerca la specie su GBIF.